«

»

Stampa Articolo

CheForPrato 2017 – Quando l’enogastronomia pratese si fa solidale

invito_cena_beneficenza_19062017

È stato un evento di grande intensità quello di lunedì 19 giugno, quando a Villa Il Mulinaccio a Vaiano si è svolto il Galà di Beneficenza dei ristoratori pratesi.panoramica_rd

Ormai da qualche anno la cucina di alto livello ha sposato fedelmente i progetti di sostegno della Caritas Diocesana. Per questa occasione, gli organizzatori hanno voluto destinare i proventi della cena agli interventi di prossimità per le famiglie indigenti che vivono nella Valbisenzio e che con grande frequenza sono costrette a ricorrere all’aiuto dei centri parrocchiali. Per questo motivo attorno a centri di Vaiano e di Mercatale di Vernio si stanno creando ultimamente delle sinergie per attivare una rete di solidarietà sempre più fitta.

La Assegnodisoccupazione e la conseguente mancanza di un reddito stabile sono le emergenze più evidenti per le quali è necessario un aiuto economico. Ad esse si accompagnano però la solitudine nel disagio, la mancanza di prospettive ed il logorarsi della speranza in un futuro migliore, problematiche che, oltre al sostegno in denaro, necessitano di una vicinanza umana e spirituale, compito a cui i volontari delle parrocchie sono chiamati quasi quotidianamente. La somma che è stato possibile raccogliere (oltre 7.200 euro) grazie a tutti coloro che hanno partecipato alla cena di beneficenza, sarà di prezioso aiuto per alleviare le fatiche delle persone che non hanno più gli strumenti per provvedere dignitosamente alle proprie famiglie.

buffetVogliamo ringraziare di cuore Vetrina Toscana, che insieme a Confcommercio, Fipe, Confesercenti e Fiepet hanno promosso questo evento, sotto il patrocinio del Comune di Vaiano. Ringraziamo anche con grande riconoscenza tutti i ristoratori, i locali ed i produttori del territorio che si sono spesi con grande passione ed energia nella realizzazione del Galà.

Quando le eccellenze vengono organizzate e messe in relazione, il lavoro, seppur faticoso, porta sempre dei grandi risultati. Come Caritas pensiamo che il frutto concreto della somma raccolta sia l’espressione di una nuova cultura, dove le professionalità (enogastronomiche in questo caso) trovano sintesi e restituiscono la capacità di attenzione anche verso chi sta rimanendo indietro e si trova ormai ai margini della strada. Che questo possa diventare un modello per tanti settori, perché quando il mondo professionale si prende a cuore l’essere umano, quest’ultimo può davvero rinascere e tornare ad essere risorsa per tutti.

 

Per visualizzare la photogallery su Facebook clicca qui.

Permalink link a questo articolo: http://www.solidarietacaritasprato.it/wordpress/cheforprato-2017-quando-lenogastronomia-pratese-si-fa-solidale/